Campania, cinque carri armati partono per l'Ucraina: tre sono stati fermati

carri armati
carri armati

Secondo quanto raccontato dal noto quotidiano ‘Il Mattino’, tra domenica 26 e lunedì 27 giugno, cinque carri armati italiani sarebbero partiti da Salerno in direzione Ucraina, ma alcuni di loro sarebbero stati fermati dalla Polizia. Tre di questi tank, infatti, erano sprovvisti di carta di circolazione.

Salerno, cinque carri armati partono per l’Ucraina: tre sono stati fermati

Si trattava di cinque carri armati Pzh 2000, provenienti dalla base militare di Persano diretti in Ucraina, e in quel momento fermi al casello di Mercato San Severino dell’autostrada Salerno-Caserta. La Polizia ha dovuto fermare il viaggio di tre di loro perché i trattori e i semirimorchi delle ditte private incaricate del loro trasporto erano sprovvisti della carta di circolazione e la prevista revisione periodica era scaduta, inoltre, uno dei conducenti non aveva nemmeno l’autorizzazione a guidare un mezzo pesante.

Il ritorno alla base dei tre carri armati

Per questi motivi i tre carri armati sono dovuti tornare alla base di Persano, in attesa di poter ripartire a breve. Gli altri due componenti del convoglio, invece, hanno potuto proseguire il loro viaggio senza ulteriori intoppi passando da Bologna per poi continuare fino alla Germania e arrivare in seguito a destinazione.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli