Campania digital summit,Di Scala:Campania prima solo per annunci

Aff

Napoli, 26 set. (askanews) - "Non vorrei spegnere certi entusiasmi, ma in fatto di semplificazione e digitalizzazione, la Campania, tra ritardi e paradossi, tutto è fuorché all'avanguardia". Così la presidente della commissione Sburocratizzazione del Consiglio regionale della Campania, Maria Grazia Di Scala (FI), a margine del suo intervento al Campania Digital Summit che si è svolto oggi al polo universitario di San Giovanni a Teduccio, a Napoli. "Nella nostra Regione si digitalizzano i libri, quadri e sculture, ma non si conosce ancora lo stato di salute dei cittadini. E chi, tra coloro che sponsorizzano l'idea di una regione tra le prime d'Italia, ha seguito, in questi due anni, i lavori della nostra Commissione dovrebbe saperlo bene". "Davvero non si capisce dunque - sottolinea Di Scala - lo smodato entusiasmo di De Luca per qualche costosissima ed estemporanea piattaforma informatica, l'ecosistema digitale, bellissima quanto si vuole, ma al di fuori delle vere e più stringenti priorità della nostra regione".

Per la presidente Di Scala, "manca insomma una visione corretta del problema, un'organizzazione integrata del flusso di dati fondamentali per il nostro sviluppo, dati spesso incompleti o inesistenti". "Fa rabbia, ovviamente, che in una regione come la Campania, che non è certo povera di eccellenze, si fatichi tanto a percorrere la strada della semplificazione e della digitalizzazione dei flussi informativi penalizzando i cittadini e le imprese. L'unico auspicio che posso fare - conclude l'esponente di Forza Italia - è che chi ci governa in Campania si renda finalmente conto, anche se oramai è tardi, che slogan e annunci durano un giorno e che, per quanto possano far sognare, svaniscono puntualmente di fronte alle quotidiane difficoltà dei cittadini e degli imprenditori alle prese coi nostri mostri burocratici".