Campania, Graziano: digitalizzazione sanità tappa obbligata

Aff

Napoli, 26 set. (askanews) - Per il Presidente della Commissione Regionale "Sanità e Sicurezza Sociale" della regione Campania, Stefano Graziano, la digitalizzazione della sanità "rappresenta una tappa obbligata in una società sempre più tecnologica e connessa, nonché uno strumento di razionalizzazione della spesa ed efficientamento dei servizi offerti al cittadino. Graziano, parlando al Campania Digital Summit in corso al Polo Universitario di San Giovanni a Teduccio (Napoli), ha spiegato che "l'innovazione corre veloce e la Pubblica amministrazione è parte integrante della realizzazione delle città intelligenti, meglio note come 'smart cities', la cui concretizzazione può essere un motore decisivo per il rilancio e lo sviluppo del territorio e dell'intero paese in termini economici ed occupazionali".

"Il governo De Luca ha puntato molto sulla digitalizzazione della sanità - ha continuato Graziano - in questi anni ci sono stati passi avanti importanti e altri traguardi verranno raggiunti a breve. A novembre tutte le Asl del territorio saranno inserite nel progetto 'Sinfonia', per l"anagrafe unica regionale delle Aziende Sanitarie, nei prossimi giorni sarà completato il cruscotto regionale per le liste di attesa e nei primi mesi del 2020 entrerà in funzione il Cup unico regionale".

"La 'sfida' della sanità digitale - ha aggiunto il consigliere regionale del Pd - corre di pari passo con quella della medicina territoriale affinchè i servizi di assistenza offerti alla popolazione, la cui età media aumenta sempre più, non vadano di pari passo con l'aumento dei costi che, oltre ad essere incompatibile con il percorso di risanamento portato avanti in Campania negli ultimi anni, sarebbe insostenibile per il servizio sanitario pubblico. Pertanto, la politica deve sostenere tutti quegli strumenti per incentivare la digitalizzazione, semplificare i processi amministrativi e favorire l''autonomia' degli assistiti".