Campania, intensificati controlli al polo conciario di Solofra -2-

Sav

Roma, 8 giu. (askanews) - L'attivit di controllo eseguita dai Carabinieri del Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale Agroalimentare e Forestale (N.I.P.A.A.F.) di Avellino con il supporto dei colleghi delle Stazioni Forestale di Serino e Forino e del personale dell'ArpaC, ha permesso di accertare l'illecito smaltimento di imballaggi contaminati da sostanze pericolose nonch di contenitori di sostanze chimiche utilizzate per la lavorazione delle pelli. Oltre alla denuncia, per i titolari di quattro aziende sono scattate sanzioni amministrative per la mancata annotazione dei rifiuti sul registro di carico e scarico.

Un analogo illecito smaltimento di rifiuti stato accertato anche in una quinta azienda dove l'accesso ispettivo ha permesso altres di rilevare che dal 2018 la stessa societ non provvedeva allo smaltimento/recupero di un ingente quantitativo, pari ad oltre 110 metri cubi di rifiuti, in violazione dei limiti temporali e quantitativi previsti dalla legge. Tali rifiuti, sottoposti a sequestro, risultavano depositati in maniera non omogenea, miscelati tra di loro e senza indicazione del previsto codice C.E.R. (Codice Europeo dei Rifiuti).

Anche per l'amministratore di quest'ultima azienda, oltre alla sanzione amministrativa, scattato il deferimento in stato di libert alla Procura della Repubblica di Avellino.

I controlli, finalizzati all'accertamento di violazioni connesse alla tutela dell'ambiente e della salute pubblica, proseguiranno anche nei prossimi giorni.