Campania, De Luca: puntiamo ad autonomia di gestione dei rifiuti

Psc

Napoli, 28 dic. (askanews) - "Abbiamo eliminato l'ipotesi di nuovi termovalorizzatori, avviato il piano per gli impianti di compostaggio, tolto 500mila tonnellate di ecoballe, una quantità cinque volte superiore rispetto al governo regionale precedente, e abbiamo un piano per arrivare all'autonomia di gestione dei rifiuti". E' quanto rivendicato dal presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, nel corso della conferenza stampa di fine anno. "Abbiamo un piano dei rifiuti che regge con una raccolta differenziata al 60%, siamo al 58%, basterebbe uno sforzo in più soprattutto da parte della città di Napoli", ha aggiunto il governatore che ha annunciato la realizzazione di 15 impianti di compostaggio, il primo dei quali partirà a gennaio a Pomigliano d'Arco (Napoli). Un passaggio del suo discorso è stato poi dedicato alla Terra dei fuochi: "Siamo l'unica istituzione che ha lavorato - ha attaccato De Luca - gli altri hanno solo parlato", ricordando di aver attuato "un piano di contrasto al fenomeno di abbandono dei rifiuti. I roghi non sono spariti, ma si sono ridotti del 50%". "Abbiamo realizzato sale operative di monitoraggio, consegnato alle forze di polizia droni e altri strumenti tecnologici, ma la Regione non è deputata a individuare le fabbriche che lavorano a nero e che smaltiscono illegalmente", ha concluso.