Campania, maxi concorso per P.A. al via tra ritardi e proteste

Psc

Napoli, 2 set. (askanews) - Parte con disservizi e malcontento il maxi concorso bandito dalla Regione Campania per assegnare 2.175 posti a tempo indeterminato nella pubblica amministrazione. Un problema alle stampanti ha, infatti, causato un forte ritardo nel primo giorno delle prove preselettive.

I test sono stati, infatti, somministrati ai partecipanti poco dopo le 12.30 quando i cancelli erano stati aperti intorno alle 8. Polemiche e malcontento per una selezione della durata di 80 minuti per dare risposte al questionario elaborato dal Formez che ha l'affidamento del concorso.

Momenti di tensione sono stati tenuti a bada grazie dalla presenza delle forze dell'ordine e dei numerosi steward con il compito di monitorare quanto accadeva nei padiglioni della Mostra d'Oltremare. Molti degli aspiranti lavoratori hanno abbandonato sedie e tavolini e sono usciti, mentre per gli altri è stato difficile rimanere seduti con il divieto di utilizzare telefoni e di allontanarsi.

(segue)