Campania, presentato ricorso al Tar dopo la firma dell'ordinanza

·1 minuto per la lettura
Campania scuole chiuse Tar
Campania scuole chiuse Tar

Il caso della chiusura delle scuole in Campania si allarga. A poche ore dalla firma dell’ordinanza da parte del Governatore De Luca che dispone della chisura delle scuole per tutto il mese di gennaio, alcuni genitori rappresentati dai legali Giacomo Profeta e Luca Rubinacci, hanno presentato ricorso al Tar.

Campania scuole chiuse Tar, la richiesta alla Regione

Stando a quanto viene riportato da Adnkronos, la presidente della quinta sezione del Tar campano Maria Abruzzese, attraverso un decreto, ha chiesto che la Regione Campania fornisca nella giornata di lunedì 10 gennaio e comunque entro e non oltre le ore 10 “gli atti pertinenti e rilevanti a presupposto dell’ordinanza impugnata”.

A tale proposito, nel documento emesso dal Tar si legge che “l’ordinanza motiva l’esigenza della disposta sospensione facendo diffuso riferimento a dati, report e acquisizioni istruttorie non disponibili agli atti del giudizio che è opportuno, in ragione della rilevanza della questione, che vengano portati all’attenzione del giudicante fin dalla fase cautelare”.

Campania scuole chiuse Tar, il giudice: “Regione deve giustificare adozione ordinanza”

C’è di più dunque. Il magistrato ha precisato nel documento che è necessario che la Regione Campania motivi “l’adozione dell’ordinanza impugnata in sostanziale concomitanza con l’entrata in vigore del dl 5 gennaio 2022 che individua, per quanto rileva, specifiche modalità di erogazione dei servizi scolastici ed educativi e regolamenta anche gli adempimenti successivi all’eventuale accertamento di casi di positività in costanza di emergenza pandemica”.

Campania scuole chiuse Tar, i Presidi: “Siamo in linea con la decisione di De Luca”

Intanto i Presidi della Campania, hanno fatto sapere, attraverso la figura di Francesco De Rosa, presidente di ANP Campania di essere in linea con quanto disposto dal Governatore De Luca: “Molti dirigenti scolastici avevano chiesto di attivare la Dad e come Associazione avevamo chiesto due settimane di didattica a distanza, quindi siamo in linea con la decisione del presidente De Luca ma ora vedremo che cosa succederà considerato che il Governo ha annunciato che intende impugnare l’ordinanza regionale”, sono le parole riportate da “Il Mattino”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli