Campidoglio: 21-22 agosto conferenza sulle biblioteche del futuro

Gtu

Roma, 20 ago. (askanews) - L'evoluzione del concetto di biblioteca quale spazio inclusivo e partecipato, è questo il tema della conferenza satellite dell'Ifla, (International Federation of Library Associations and Institutions), che si terrà il 21 e il 22 agosto presso la Sala della Protomoteca in Campidoglio, con il sostegno di Roma Capitale e dell'Istituzione Sistema Biblioteche Centri Culturali di Roma Capitale Assessorato alla Crescita culturale. Architetti e direttori di biblioteche universitarie e metropolitane provenienti da tutto il mondo condivideranno le più moderne tendenze della progettazione delle biblioteche, finalizzata ad eliminare barriere e - sottolinea il Campidoglio - a rispondere ai nuovi bisogni dei cittadini. Biblioteche, dunque, come avamposti per la diffusione e condivisione della cultura oltre barriere e confini. Sarà presente all'apertura dei lavori Luca Bergamo, Vicesindaco di Roma con delega alla Crescita Culturale.

Il doppio appuntamento a Roma precede la conferenza che, ogni anno, l'Ifla organizza nel mese di agosto in una città diversa, con delegati che si incontrano per scambiare esperienze e discutere temi professionali legati al mondo delle biblioteche. Dopo Kuala Lumpur nel 2018, quest'anno la città scelta è Atene (24-30 agosto).

L'Ifla è un'organizzazione indipendente, internazionale, non-governativa, non-profit, con le finalità di promuovere standard elevati nei servizi bibliotecari, incoraggiare una diffusa comprensione del valore di servizi bibliotecari di qualità. Fondata nel 1927, conta oggi più di 1400 membri (associazioni professionali, istituzioni, persone) in oltre 140 Paesi ed è la voce globale della professione bibliotecaria. Il lavoro della Federazione è svolto principalmente dalle sue 44 Sezioni, ognuna focalizzata su un tipo di biblioteca, su un aspetto della biblioteconomia o su una regione geografica.

E - sottolinea il Campidoglio - "le biblioteche di Roma sono orgogliose di avere contribuito all'organizzazione di un evento tanto prestigioso, che vede già iscritti 101 bibliotecari da tutto il mondo". Tra gli sponsor Bibliotheca, Gale, ProQuest, Alea Office, OCLC, Ristech; il Goethe-Institut Italien ha sostenuto la partecipazione di alcuni studenti e bibliotecari di Roma, mentre l'Ordine degli Architetti di Roma ha concesso il patrocinio. (Segue)