Campidoglio: con Maxiemendamento Bilancio 100 mln a partecipate

Sis

Roma, 19 dic. (askanews) - Rilanciare i servizi pubblici sul territorio mediante lo sviluppo delle società partecipate: questo l'obiettivo del fondo da 100 milioni di euro previsto nel maxiemendamento al Bilancio di previsione 2020-2022, approvato dalla Giunta e che ora verrà sottoposto alla discussione dell'Assemblea Capitolina. L'accantonamento è destinato a finanziare i piani industriali delle aziende del gruppo Roma Capitale. Quanto al capitolo investimenti, per l'annualità 2020 vengono assicurati ai Municipi circa 170 milioni di euro, quasi il doppio rispetto al previsionale 2019. Tali somme vanno a finanziare gli interventi che per legge possono essere inserite nel piano delle opere pubbliche, ovvero quelle che hanno un livello di progettazione adeguato a essere messe rapidamente in cantiere. Le altre opere proposte dai Municipi sono comunque recepite nel Dup (Documento unico di programmazione) e potranno essere finanziate nel corso dell'anno al raggiungimento del livello di progettazione minimo. Il cofinanziamento del Ponte dei Congressi a carico di Roma Capitale per circa 28 milioni di euro (la restante parte è invece a carico dello Stato) resta disponibile nell'ambito degli spazi di indebitamento ancora utilizzabili. I relativi fondi verranno quindi "attivati" nel momento in cui si renderà necessario il loro impegno per la realizzazione dell'opera.