Campidoglio ospita la mostra "Naked. La disabilità senza aggettivi" -2-

Red/Gtu

Roma, 30 nov. (askanews) - "È per noi motivo di grande orgoglio poter esporre questa mostra in una delle piazze più belle del mondo", ha dichiarato Luca Pancalli, presidente del Comitato italiano paralimpico, aggiungendo: "Il Comitato italiano paralimpico prosegue così il suo percorso di collaborazione con le istituzioni e le più importanti realtà culturali del Paese, con l'obiettivo di cambiare la percezione della disabilità nella nostra società". E "il maestro Toscani, con grande sensibilità umana e artistica, ha colto con queste fotografie gli aspetti più profondi del nostro mondo. I nostri campioni con coraggio e intelligenza hanno accettato la sfida. Il risultato è una mostra meravigliosa che è un elogio dell'imperfezione, che parla dell'importanza di superare le difficoltà, le insicurezze, gli ostacoli con orgoglio e determinazione".

"In questo modo - ha concluso Pancalli - vogliamo promuovere una cultura basata sulla valorizzazione di quelle differenze che rappresentano una risorsa per una società. Cogliamo l'occasione per ringraziare Roma Capitale per l'attenzione dimostrata e per invitare tutte le cittadine e tutti i cittadini a immergersi in questa nuova esperienza".

I protagonisti sono ragazze e ragazzi che rappresentano l'eccellenza sportiva paralimpica del nostro Paese. Dai campioni di nuoto paralimpico Simone Barlaam e Arianna Talamona, freschi di titoli mondiali agli ultimi Mondiali di Londra, allo snowboarder toscano Jacopo Luchini, vincitore nel 2019 della Coppa del Mondo di boardercross; dal campione paralimpico di sollevamento pesi Donato Telesca (un argento fra i grandi e campione mondiale Junior con record del mondo), all'arciera plurimedagliata Eleonora Sarti (un titolo mondiale paralimpico e un argento iridato olimpico); dal pilastro della nazionale di basket in carrozzina Giulio Maria Papi, agli schermidori paralimpici Edoardo Giordan (argento mondiale) e Andreea Mogos (argento paralimpico). Nel progetto anche la campionessa di para rowing Anila Hoxha (3 titoli internazionali e 5 italiani), il portabandiera azzurro alle scorse Paralimpiadi di PyeongChang e leader della nazionale italiana di Para Ice Hockey Florian Planker (campione europeo nel 2011 e bronzo paralimpico nel 2020 nello sci alpino) e due giocatrici della nazionale italiana di sitting volley - rivelazione di quest'anno con una storica qualificazione alle Paralimpiadi di Tokyo 2020, Giulia Aringhieri e Silvia Biasi.