Campioni cinesi fanno nuova luce sulla storia della Luna

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 19 ott. (askanews) - I campioni di luna riportati sulla Terra lo scorso anno dalla Cina, dopo una missione spaziale senza precedenti in quattro decenni, mostrano che la stella ha sperimentato l'attività vulcanica più a lungo di quanto pensassero gli scienziati, secondo uno studio presentato martedì. L'anno scorso la Cina ha inviato nello spazio la sonda Chang'e 5, la cui missione era riportare le rocce dal suo satellite al pianeta blu. L'obiettivo era anche quello di affinare le tecnologie necessarie per inviare gli astronauti cinesi sulla Luna entro il 2030. Il basalto - una forma di lava raffreddata - risalente a circa due miliardi di anni è stato identificato in particolare sui campioni raccolti, l'Accademia cinese delle scienze (CAS ).

Le analisi "rivelano che la Luna era ancora in evoluzione" in quel momento, ha detto la Cas in una conferenza stampa martedì. "Questi risultati sono estremamente entusiasmanti perché ci permettono di comprendere [...] la formazione e l'evoluzione della Luna nel tempo", ha commentato in un videomessaggio Audrey Bouvier, professoressa di planetologia all'Università di Bayreuth (Germania). Fino ad ora, si credeva comunemente che l'attività vulcanica sulla Luna risalga a 2,8 miliardi di anni. Ma gli scienziati non conoscevano i seguenti periodi nella storia della stella lunare. "Come ha potuto la Luna mantenere l'attività vulcanica per così tanto tempo?" uno degli scienziati coinvolti, Li Xianhua, ha chiesto alla stampa. "La Luna è piccola, il calore dovrebbe essersi dissipato rapidamente. Almeno, questo è quello che pensavamo ", ha osservato.

Questi risultati sono stati pubblicati martedì su Nature. La Cina è diventata l'anno scorso il terzo paese a riportare campioni di luna, dopo gli Stati Uniti e l'ex URSS negli anni '60 e '70. L'ultimo tentativo fu sovietico, con la missione Luna 24 portata a termine con successo nel 1976. Il modulo cinese inviato sulla luna aveva schierato la bandiera nazionale l'anno scorso. E la missione aveva segnato una nuova tappa nel programma spaziale di Pechino: la Cina era riuscita per la prima volta a far decollare una macchina da un corpo extraterrestre. Già nel 2019, il paese aveva segnato un record facendo atterrare un modulo di esplorazione sul lato opposto della Luna, una novità mondiale.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli