Campioni d'Europa! L'Italia di Egonu & co. schianta la Serbia

·1 minuto per la lettura
Players of Italy celebrate after winning the 2021 Women's European Volleyball Championship final between Serbia and Italy in Belgrade, Serbia, 04 September 2021.  EPA/ANDREJ CUKIC (Photo: ANDREJ CUKIC EPA)
Players of Italy celebrate after winning the 2021 Women's European Volleyball Championship final between Serbia and Italy in Belgrade, Serbia, 04 September 2021. EPA/ANDREJ CUKIC (Photo: ANDREJ CUKIC EPA)

L’Italia ha vinto l’Europeo femminile di pallavolo, battendo in finale a Belgrado la Serbia in 3 set: 24-26, 25-22, 25-19 e 25-11 i parziali a favore delle azzurre guidate da Davide Mazzanti, che ai Giochi di Tokyo erano state eliminate nei quarti di finale proprio dalla Serbia.

E’ il terzo successo continentale per l’Italia dopo i titoli vinti nel 2007 e nel 2009.

Spezzato il tabù Serbia: le vincitrici degli ultimi due europei negli ultimi anni avevano battuto le Azzurre nella finale del Mondiale 2018, nella semifinale degli Europei del 2019 e poche settimane fa proprio nei quarti delle Olimpiadi di tokyo 2020.

Primo set di grande equilibrio, con le padrone di casa che si sono imposte solo ai vantaggi. Molto combattuto anche il secondo, con l’Italia avanti all’inizio (4-1 e poi 12-10) e la Serbia che ha raggiunto e superato le azzurre (20-19) prima che Paola Egonu e compagne riuscissero a imporsi allo sprint. Nel terzo, invece, dopo una partenza nel segno delle nostre avversarie (8-3), l’Italia ha preso il controllo e chiuso in scioltezza. Il quarto set è stato una passerella azzurra, con attacchi devastanti e un muro insuperabile.

Felicissimo Davide Mazzanti: ”è stata un’estate lunga, in cui abbiamo faticato, ma le ragazze hanno fatto qualcosa di straordinario” dice il ct dell’Italvolley femminile ai microfoni di Rai Sport. “E’ stata una fatica incredibile riandare in campo, riuscire a tornare a divertirsi - confessa - E’ stato bello vedere le ragazze in queste ultime partite divertirsi ed esprimere quello che era il loro talento. Le ragazze sono state bravissime, è difficile trovare le parole, è stato un periodo tostissimo ma sono contento per loro e per il movimento, ci serviva”.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli