Campo nomadi Castel Romano, Asl Rm2: gi chiesto sgombero struttura

Cro-Mpd

Roma, 24 giu. (askanews) - "Il dipartimento di prevenzione della Asl Roma 2 ha segnalato a Roma Capitale in diverse circostanze, e da ultimo il 12 marzo 2020, che tutta l'area del campo e le aree limitrofe a Castel Romano non assicurano condizioni igienico sanitarie e di sicurezza sufficienti al permanere degli occupanti. Si proponeva un'emissione di ordinanza sindacale contingibile e urgente a tutela della salute pubblica per lo sgombero della struttura". Lo rende noto la Asl Roma 2. Oggi Fratelli d'Italia aveva inviato un esposto alla Asl Rm2 e ad Arpa Lazio sottolineando che "la situazione igienico-sanitaria e ambientale del campo nomadi di Castel Romano, da sempre critica, ha raggiunto dei livelli che non possono pi essere tollerati. Continui roghi tossici, causati dalla combustione illegale di materiali di varia natura, spesso rifiuti speciali, hanno determinato pessime condizioni igienico-sanitarie, abbinate ad un sistema fognario inesistente e alla presenza di minori in una situazione di assoluto degrado ambientale. Se a tutto questo si aggiunge la discarica a cielo aperto, frutto di attivit illecite, si capisce che la situazione letteralmente fuori controllo".