Canada, auto travolge famiglia: 4 morti. "Presi di mira perché musulmani"

·1 minuto per la lettura

Una famiglia musulmana è stata travolta la notte scorsa da un veicolo in corsa a London, in Canada: 4 i morti. La polizia canadese ritiene che si sia trattato di "un atto intenzionale". "Le vittime di questo orribile attacco sono state prese di mira per la loro fede islamica", ha detto il capo della polizia, Steve Williams.

Nell'attacco sono morti tre adulti - un uomo e una donna di 46 e 44 anni, evidentemente i genitori, e una donna di 74 anni, la nonna - e una ragazza di 15 anni, mentre un bambino di 9 anni è ricoverato con gravi ferite. La polizia ha arrestato l'autore dell'attentato, un ventenne, che è stato incriminato per i quattro omicidi e per un tentato omicidio. Ma la polizia - si legge sul sito della Cbc - non esclude che venga incriminato anche per terrorismo.

Il giovane era alla guida di un camioncino e secondo la polizia ha agito con premeditazione. E' stato "un atto premeditato e pianificato, motivato dall'odio", ha detto ancora il capo della polizia della cittadina dell'Ontario, aggiungendo che ancora non si sa se l'arrestato appartenga a qualche gruppo estremista e che il giovane non ha precedenti penali. Il ventenne è stato arrestato poco distante dalla scena del delitto e gli agenti hanno notato che indossava un giubbotto che sembrava corazzato.

"Questi esseri umani innocenti sono stati uccisi semplicemente perché musulmani" ha dichiarato Nawaz Tahir, un rappresentante della comunità islamica di London. "Rimarremo forti contro l'odio - ha aggiunto - forti contro l'islamofobia, contro il terrorismo, con la fede, l'amore e la ricerca della giustizia".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli