In Canada c'è stato un boom delle piste di pattinaggio in cortile

·3 minuto per la lettura

AGI - Con le autorità sanitarie che limitano gli incontri pubblici e altre attività sociali, sempre più canadesi stanno riscoprendo una vecchia tradizione invernale: la pista di pattinaggio sul ghiaccio.

Felix Rheaume si trova su una grande pista che occupa quasi tutto il suo cortile a Montreal, i pattini ai piedi e la mazza da hockey in mano. "Siamo nella nostra bolla familiare, rispettiamo le regole di salute pubblica e ci divertiamo allo stesso tempo", ha detto.

Le piste stanno permettendo ai canadesi di pattinare e giocare a hockey - il passatempo nazionale del paese - evitando contatti personali al di là dei loro parenti e amici stretti durante la pandemia Covid-19.

Secondo i dati raccolti da Stephane Kirouac, un insegnante di elettronica, il numero di piste all'aperto per famiglie nella sola provincia del Quebec è raddoppiato dagli inverni scorsi a più di 1.550. Il 56enne gestisce un sito web in lingua francese dal 2003 chiamato "Costruire una pista all'aperto è facile". "Durante la pandemia, il numero di piste è esploso", ha detto, aggiungendo che "un terzo di queste persone non ha esperienza nella costruzione di una pista di pattinaggio".

Gli appassionati di piste stanno crescendo di numero: un gruppo Facebook in cui vengono condivise foto e consigli ha visto aumentare gli iscritti da 800 persone a settembre a più di 7.000 attuali.

"Questo è il primo anno in cui lo facciamo", ha detto Rheaume, 35 anni, spiegando che "è piuttosto semplice, si fa in mezza giornata". Ha stimato il costo della sua pista in circa 250 dollari canadesi per acqua e materiali.

Le piste vengono costruite direttamente sull'erba o su una tela o un telo di plastica. I bordi sono formati da assi e l'acqua viene aggiunta un po 'alla volta in modo che possa congelare per diversi giorni.

Con tre figli a casa, Rheaume è stato attratto dalla semplicità di questa attività all'aria aperta, con la pista situata a pochi passi da casa sua dove ha telelavorato per mesi. "Ci ha permesso di fare cose con le ragazze, di uscire, prendere una boccata d'aria fresca e muoverci, pur rispettando la (ultima) chiusura", ha spiegato. Le sue bambine, di tre anni, 11 e 12 anni, pattinavano solo occasionalmente prima della pandemia, ma ora escono sul ghiaccio nel cortile sul retro due volte a settimana.

"A causa del Covid-19, non vogliamo andare in un posto dove è troppo affollato, poiché a volte può essere allo stagno ghiacciato nel parco o in una pista di pattinaggio pubblica", ha detto. "Ora è davvero il momento migliore per farlo", ha detto Simon Bedard, un appassionato di hockey di 28 anni che ha costruito la sua prima pista di pattinaggio sul ghiaccio nel cortile a dicembre con l'aiuto dei vicini.

La pista è diventata un luogo di ritrovo, soprattutto nei fine settimana, che permette alle persone di tenersi in contatto rispettando le distanze sociali. "In tempi normali, non credo che ci avremmo pensato", ha detto Bedard. E' stata una "idea spontanea" nata dall'isolamento durante la pandemia. "Sicuramente, ho intenzione di ripetere l'esperienza il prossimo anno", ha detto Rheaume, aggiungendo che è rimasto sorpreso che l'entusiasmo della sua famiglia per la pista non si sia sciolto rapidamente dopo pochi giri.