Canada, Trudeau vince le elezioni ma i Liberali perdono molti seggi

Trudeau

Il Partito Liberale del primo ministro uscente Justin Trudeau ha vinto le elezioni parlamentari che si sono tenute in Canada lunedì 21 ottobre 2019. Rispetto a quattro anni fa, però, c’è stato un vero e proprio calo dei consensi tanto da essere riusciti a conquistare, stando all’ultimo report di Elections Canada, solo 157 seggi, ovvero 13 in meno della maggioranza assoluta necessaria per governare e 27 in meno di quelli ottenuti nel 2015.

Trudeau vince ma senza maggioranza

Intanto, Justin Trudeau torna al centro delle polemiche e non solo per il risultato elettorale. Il premier canadese infatti ha letteralmente interrotto il discorso del candidato conservatore Andrew Scheer mentre questo ringraziava i suoi sostenitori. Le emittenti televisive sono state quindi costrette a focalizzare l’attenzione su Trudeau anche se diversi conduttori hanno evidenziato come questa mossa così poco politically correct sia “senza precedenti e scioccante”.

La popolarità del premier è iniziata a crollare dopo che il Time ha mostrato un giovane Trudeau che negli anni ’90 (aveva 29 anni) si era travestito da Aladino con tanto di volto dipinto di nero, circondato da belle donne bianche.

Il primo ministro, già investito da uno scandalo su un presunto caso di corruzione, si è trovato così nell’occhio del ciclone con il Consiglio nazionale dei musulmani canadesi che ha trovato “l’uso del ‘brownface’ riprovevole” perché “rievoca una storia di razzismo e una mitologia orientalista che è inaccettabile”. Alla fine il politico si è dovuto scusare: “Ora riconosco che è stato un gesto razzista di cui mi pento profondamente”.

I risultati elettorali

Nell’ultima tornata i Conservatori hanno così battuto i Liberari con il 34,5 per cento dei consensi, ottenendo però solo 122 seggi per via del sistema canadese “first past the post”. Battuta d’arresto anche per il Nuovo Partito Democratico che ha mantenuto solo 24 dei 44 seggi conquistati nella tornata del 2015, sufficienti comunque per poter formare un governo con i Liberali.

E questo nonostante il grande successo del Bloc Quebecois, partito nazionalista di sinistra dei francofoni del Québec diventato il terzo partito, con 32 seggi in Parlamento.