Canapa Expo, tante novità e nuovi usi: dal tessile alla medicina

Roma, 3 dic. (askanews) - È stata la ricerca di una corretta informazione a tenere banco alla seconda edizione di Canapa Expo a Milano, fiera internazionale dedicata al mondo della canapa a 360 gradi. Nel corso di workshop e incontri, centinaia tra espositori e professionisti da tutta Europa hanno espresso la necessità di fare chiarezza nel settore, non solo in quello ricreativo, ma anche e soprattutto sulle nuove frontiere delle tecnologie mediche e industriali.

Mario Catania, giornalista di Dolce Vita, rivista di settore: "Sulla canapa abbiamo subito un lavaggio del cervello che dura da 80 anni, che ce l'ha fatta percepire come una sostanza sinistra e dannosa, quando in realtà si tratta di una risorsa incredibile a 360 gradi: per l'economia e il sociale con la legalizzazione, dal punto di vista medico per i pazienti e dal punto di vista ambientale".

Momento clou la conferenza sulla canapa industriale, ovvero la canapa legale a basso contenuto di THC, che può essere utilizzata per vari scopi, dalla produzione di carta, tessuti, materiali edili e anche di plastica biodegradabile, come ha spiegato Nicoletta Ravasio, ricercatrice CNR:

"La bioplastica da canapa si può ottenere dallo stelo della pianta privato della fibra - ha spiegato, rivelando - Stiamo studiando anche delle plastiche rigide, come i poliuretani, da utilizzare nella nautica, oppure anche stiamo pensando al campo dell'elettronica, dove gli scarti sono difficilmente smaltibili e dove è importante avere degli scarti di origine bio".

Il settore medico ha avuto particolare attenzione in fiera, con un workshop sulla prescrizione della cannabis medica. Il neurologo Oriano Mecarelli del Dipartimento di Neurologia e Psichiatria dell'Università La Sapienza di Roma ha annunciato:

"Sono qui perché a breve anche in Italia avremo un farmaco, si chiamerà Epidiolex, che conterrà cannabidiolo puro e che si è dimostrato efficace per il trattamento di alcune forme di epilessia farmaco resistente".

E mentre è già stata annunciata la terza edizione (dal 20 al 22 novembre 2020 sempre al Parco Esposizioni Novegro), c'è anche chi viene dall'America a investire in Europa nel settore, come Patrizio Clerici, chairman di Canapa-co, azienda produttrice di fiori di canapa:

"Ho portato mio figlio da New York, che con un altro suo amico da Zurigo si occupano del management. Abbiamo iniziato quest'anno, 2019, sono usciti circa mille chili di infiorescenze, che ora metteremo sul mercato sia italiano che europeo".