Candidato M5S aggredito a Nardò, il sindaco: "Lite per il calcio, non politica"

·1 minuto per la lettura

''Le ragioni dello scontro tra due signori in piazza Salandra sono di natura esclusivamente calcistica. Una contrapposizione personale nata non certo ieri sera e comunque in contesti lontanissimi dalla politica. Non c'entra la politica, quindi, non c'entrano le candidature, non c'entrano le elezioni. Sicuramente questi signori potevano regolare le proprie questioni altrove e in modo infinitamente più civile. Da parte mia auguro alla persona aggredita una pronta guarigione. Detto ciò, è stomachevole che i soliti sciacalli provino a strumentalizzare perfino queste circostanze. Siamo stanchi di veder utilizzato ogni pretesto per cercare di avere un tornaconto politico. Un atteggiamento da avvoltoi e una retorica di cui si devono vergognare''. Così il sindaco, ricandidato, di Nardò, Pippi Mellone, dopo l'aggressione denunciata da un candidato M5S ieri in piazza a Nardò.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli