Cane rischia di essere maciullato: ecco come ha evitato una brutta fine

·2 minuto per la lettura
Husky
Husky

Un cane di razza Husky, di colore grigio chiaro, cade all’interno di una vasca trita-rifiuti della discarica Vallin dell’Aquila, venendo salvato in tempo da un addetto prima di essere maciullato. È accaduto a Livorno nella mattinata dello scorso 11 giugno. Il povero animale era finito, per la precisione, nelle vasche della raccolta del rifiuto organico. Il cane è stato fortunatamente notato tra l’immondizia e soccorso da un operatore Aamps. Lo stesso ha fermato in tempo i macchinari prima che il “polpo” meccanico provvedesse alla raccolta dei rifiuti per triturarli. Anche il cane avrebbe fatto la stessa fine.

Livorno, cane cade nella vasca trita-rifiuti: accucciato tra i sacchi di spazzatura

Come si legge da La Stampa, Uno degli addetti in quel momento si stava prendendo cura di una gattina, dandole da mangiare. Un altro si era accorto della presenza di due cani nei dintorni. Uno dei due pare fosse un lupo, ma non ce n’è la sicurezza. Uno degli operatori Aamps lì presenti ha affermato, tramite alcune dichiarazioni riportate da Il Tirreno: “All’improvviso il lupo è sparito, l’altro cane invece no. Anzi, è stato lui a infilarsi in mezzo all’organico accucciandosi fra i sacchetti della raccolta dell’organico. Abbiamo cercato di evitare che stesse lì ma non ne voleva sapere. Alla fine abbiamo chiamato i carabinieri e la polizia municipale, oltre che il servizio veterinario”,

Livorno, cane cade nella vasca trita-rifiuti: il recupero

Con l’aiuto dell’allacciatore professionale convenzionato con il canile municipale, alla fine il povero Husky è stato tratto in salvo, non senza qualche complicazione durante le operazioni di recupero. Tuttavia, una volta tirato fuori dalla vasca, il cane è stato identificato grazie alla lettura del chip da parte del veterinario: il suo nome è Toto e ha 7 anni. È stato dunque rintracciato il padrone di Toto. Proprietario e animale, alla fine, si sono potuti riabbracciare. I due eroici addetti ai lavoro che insieme hanno unito le forze per salvare Toto sono Fabio Lemni e Daniele Tinucci.

Livorno, cane cade nella vasca trita-rifiuti: un altro salvataggio in Puglia

Oltre al caso del cane salvato a Livorno lo scorso giugno, segnaliamo un episodio simile (e più recente) accaduto a Noicàttaro, in provincia di Bari. Un cane meticcio, coinvolto in un incendio divampato lo scorso 2 luglio in un terreno agricolo, è stato miracolosamente salvato dagli agenti della polizia locale. I poliziotti hanno messo al sicuro la bestiola, mentre i vigili del fuoco hanno provveduto a domare le fiamme. Il comandante della polizia Locale di Noicàttaro, Gregorio Filograno, ha spiegato tramite alcune dichiarazioni riportate dal Giornale di Puglia: “Purtroppo l’assenza dei proprietari dell’animale ha messo a serio rischio la vita del cane, anche se tenuto in un’area ben curata con cibo e acqua, senza il nostro intervento sarebbe morto. Ora invece è stato messo in salvo e sta bene”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli