Cane ucciso a colpi di rastrello a Lipari: arrestato un 64enne

cane rastrello

Un uomo di 64 anni ha ucciso a colpi di rastrello un cane di piccola taglia: il brutale episodio è avvenuto a Lipari, un paese in provincia di Messina. Da quanto si apprende, inoltre, il folle gesto si è verificato lo scorso 25 novembre. Tuttavia, secondo quanto riferiscono i media, l’uomo è stato arrestato di recente. La Polizia, infatti, ha attuato l’ordine di esecuzione pena nella giornata di venerdì 29 novembre. In precedenza, l’uomo era sottoposto ad affidamento in prova ai servizi sociali per dei reati commessi in passato. Alcuni testimoni lo avrebbero colto sul fatto.

Cane ucciso con rastrello

Un episodio che fa rabbrividire: un uomo di 64 anni ha ucciso a colpi di rastrello un cane di piccola taglia. Secondo il racconto di alcuni testimoni, il 64enne avrebbe agito a Lipari, un piccolo comune vicino a Messina, in Sicilia. Dopo aver più volte colpito l’animale, lo avrebbe abbandonato a terra senza vita. I fatti risalgono al 25 novembre scorso, ma l’ufficio di Sorveglianza di Messina ha emesso un ordine di esecuzione che è stato attuato soltanto ieri. Venerdì 29 novembre, infatti, la Polizia ha arrestato l’aggressore. L’uomo è accusato di uccisione di animali e dovrà scontare la sua pena al carcere di Barcellona Pozzo di Gotto. Al momento si trova dietro le sbarre a disposizione dell’autorità giudiziaria. Da quanto si apprende, inoltre, il 64enne prima di questa accusa era sottoposto ad affidamento in prova ai servizi sociali per precedenti reati. Il provvedimento, quindi, ha sostituito l’affido.