Cannabis, Bonino: sentenza Corte importante dopo 40 anni di lotte

Pat

Bologna, 27 dic. (askanews) - La pronuncia delle sezioni unite penali della Cassazione secondo la quale "non costituiscono reato le attività di coltivazione di minime dimensioni svolte in forma domestica" della cannabis è "il primo passo a far ragionare le persone al di là dei cliché". Ed è il "risultato dell'impegno di 40 anni" dei radicali. Lo ha detto la leader di Più Europa, Emma Bonino, in occasione della presentazione della lista Più Europa a sostegno della candidatura di Stefano Bonaccini alle elezioni del 26 gennaio in Emilia-Romagna.

"Credo che sia un primo passo molto importante di un impegno che ci ha visti da più di trent'anni come famiglia radicale - ha spiegato Bonino -. Questo dimostra anche la nostra capacità di tenuta e resistenza contro venti e maree. So che i frutti a volte arrivano un po' lentamente ma non è questa una motivazione per dismettere".

Quella della Corte "è una sentenza importante che ha rotto un tabù. Il primo passo a far ragionare le persone al di là dei cliché", ha concluso Bonino.