Cannabis: Ceccanti (Pd), 'tutelare cittadini di fronte a ritardi comuni su referendum'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 24 set (Adnkronos) – “Al di là di come la si pensi sul merito del referendum e del dibattito sul futuro di tale istituto, vanno intanto rigorosamente tutelati i diritti dei cittadini che usufruendo dello Spid hanno regolarmente firmato per il referendum cannabis". Lo dice Stefano Ceccanti, capogruppo Pd in commissione Affari costituzionali della Camera.

"Si registra infatti, anche a causa della concomitanza con le elezioni amministrative, una difficoltà dei Comuni a rilasciare entro le 48 ore tassativamente previste dalla legge i certificati di iscrizione alle liste elettorali dei firmatari, anche se il Comitato promotore li ha richiesti in tempo", spiega Ceccanti.

"Il Governo tenga presente questa difficoltà e individui le modalità più efficaci per rimuoverle, in modo da prevenire contenziosi che altrimenti seguirebbero", aggiunge il deputato Pd.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli