Cannavacciuolo post Coronavirus: quattro nuovi progetti estivi

·2 minuto per la lettura
antonino cannavacciuolo
antonino cannavacciuolo

Il sogno del padre di aprire un ristorante a Ticciano, suo paese natio, si avvererà presto. Stiamo parlando di Antonino Cannavacciuolo, che ha rivelato di aver in progetto di avviare la nuova struttura tra pochi mesi nella casa padronale comprata per lui dal genitore nel 1995. “Sono felice di realizzare questo suo desiderio, perché è a lui che devo il mio successo. Tra noi c’è sempre stato un rapporto di sfida. Tutto quello che faccio è sempre per dimostrargli qualcosa”.

45 anni e 4 stelle Michelin, Cannavacciuolo sta dunque tornando in Campania, partendo dalla terra d’origine della moglie Cinzia. Al suo nuovo progetto sta del reato lavorando da anni, portandolo avanti nonostante la pandemia. “Gli ultimi 12 mesi sono stati pesanti. Tutto fermo, tanta incertezze e problemi per tutti. Però non abbiamo voluto rimandare questa apertura, perché crediamo che ci sia tanta voglia di ripartire”.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

Guarito anche lui dal Covid, il popolare giudice di Masterchef guarda avanti. La prossima estate darà infatti il via all’inaugurazione di tre “Laqua Resorts”, nuova linea di ospitalità ideata con la consorte. Il ristorante a Ticciano avrà invece sei camere “di campagna”, che si chiameranno come le persone che hanno abitato la casa. I nomi delle stanze saranno per esempio dedicate alla nonna, al tuttofare e al matto… mettendo a disposizione degli ospiti anche una piscina e una spa.