Canoa: Europei slalom, oro per Stefanie Horn e argento per Giovanni De Gennaro

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 28 mag. – (Adnkronos) – Esordio scintillante per la nazionale italiana di canoa slalom agli Europei di Liptovsky Mikulas, in Slovacchia, con la medaglia d'oro di Stefanie Horn e l'argento di Giovanni De Gennaro. Gli azzurri guidati dal direttore tecnico Daniele Momenti erano al debutto stagionale e nella prime due gare che assegnavano il titolo europeo sono andati subito a segno.

Stefanie Horn ha sfoderato una discesa praticamente perfetta conquistando la medaglia d’oro, in uno storico ex aequo, con l’atleta di casa Eliska Mintalova nel K1. In ritardo di 0.75 al primo intermedio e di 1.47 al secondo, l’azzurra ha recuperato il divario con una finale di gara in crescendo, chiudendo con un percorso netto in 107.24, al pari della slovacca. Medaglia di bronzo per la britannica Mallory Franklin, terza in 110.29 con 2 penalità.

“Liptovsky è un posto davvero speciale per me, qui ho conosciuto mio marito e adesso ho conquistato il titolo europeo, dopo averlo vinto nel 2009 con la Germania”, ha commentato l’atleta della Marina Militare, quarta alle Olimpiadi di Tokyo. “In semifinale mi sentivo molto bene ed ho fatto un ottimo tempo. In finale sono partita bene ma ho trovato un po’ di acqua che mi ha rallentato, poi penso di aver fatto il massimo per recuperare. Sono contenta di dividere questo titolo con una atleta di casa e dopo il quarto posto di Tokyo questa medaglia significa tanto, non cancella quella delusione ma è la conferma che ho la forza di tirarmi su in ogni situazione e di ritrovare le giuste motivazioni”.

A seguire arriva l’altro squillo azzurro, sempre nel K1, con Giovanni De Gennaro che conferma il titolo di vice campione europeo conquistato ad Ivrea lo scorso anno. Il Carabiniere bresciano fa tutto bene, comincia con precisione nella parte alta per poi accelerare nella seconda frazione di gara, chiudendo con zero penalità e il tempo di 97.67 che vale la medaglia d’argento. Fa meglio di lui solo il ceco Jiri Prskavec, campione olimpico a Tokyo, che scende a velocità supersonica fermano il cronometro sul tempo di 96.67. Terzo a distanza di oltre 3 secondi l’austriaco Felix Oschmanutz che in 99.45 conferma le eccellenti prestazioni dei due atleti al vertice.

Raggiante il presidente della Federazione Italiana Canoa Kayak, Luciano Buonfiglio: “Sono davvero entusiasta di queste bellissime medaglie. Sono risultati importanti per tutto il settore slalom dopo che ai giochi di Tokyo eravamo rimasti un po’ con l’amaro in bocca. Oggi, in un clima veramente difficile, con forte vento e freddo, abbiamo raggiunto due podi di valore e devo fare i complimenti in primis alla direzione tecnica e a tutto lo staff, che hanno saputo tenere gli atleti nelle condizioni migliori, ma soprattutto a Stefanie e a Giovanni che finalmente sono riusciti ad essere consapevoli del loro valore“.

Il programma di domenica si chiude con l’assegnazione dei titoli europei della canoa canoa canadese e della nuova disciplina olimpica dell’extreme slalom. L’italia schiererà nella semifinale del C1 femminile Elena Borghi (Carabinieri), al via alle 9.39, mentre nella prova maschile cercheranno il pass per la finale Raffaello Ivaldi (Marina Militare), al cancellato di partenza alle 10.09 e Paolo Ceccon (Carabinieri) alle 10.24.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli