Canoa: tenta suicidio gettandosi nel Mincio, gli azzurri della velocità lo salvano

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Mantova, 25 mag. – (Adnkronos) – "Tragedia evitata per un soffio a Mantova grazie all’intervento degli atleti della nazionale di canoa velocità. Un ragazzo di 24 anni ha tentato il suicidio lanciandosi da un ponte nelle acque del fiume Mincio". Lo rende noto la Fick con un comunicato.

"Intorno alle 9.30 di martedì 25 maggio gli atleti della nazionale -prosegue la nota della Federcanoa-, in raduno a Mantova per preparare gli Europei in programma Poznan (Polonia) dal 3 al 6 giungo, stavano effettuando il consueto allenamento in barca quando hanno visto un uomo lanciarsi dal ponte che attraversa la zona dei laghi, via di accesso alla città. Pensando inizialmente ad una goliardata i cinque atleti si sono avvicinati, comprendendo poi l’effettivo pericolo dettato dalla situazione. L’uomo era vestito in abiti pesanti, visibilmente scioccato e con grandi difficoltà a galleggiare".

"Tempestivo e provvidenziale è stato l’intervento di Luca Beccaro che ha fatto salire il ragazzo sulla prua della sua canoa mentre gli altri cercavano di tranquillizzarlo -aggiunge la nota-. Dal centro federale di Sparafucile è immediatamente arrivato il motoscafo guidato dal direttore tecnico Oreste Perri che ha tratto in salvo il malcapitato riportandolo a riva, dove ad attenderlo c’erano un’ambulanza e i Carabinieri che nel frattempo erano stati allertati".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli