Cantante assassinata, il marito: "Mi voleva lasciare, l'ho uccisa"

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·1 minuto per la lettura

"Mi voleva lasciare, aveva un amante e io l’ho uccisa". Sono le parole di Salvatore Baglione, l’uomo di 37 anni arrestato con l’accusa di avere ucciso la moglie Piera Napoli di 32 anni a coltellate, messe a verbale davanti al pm Federica Paiola. L’uomo ha detto che la sera prima ha visto la moglie, cantante neomelodica, chattare. E quando le ha chiesto con chi stesse messaggiando lei gli avrebbe risposto che parlava con il "suo amante". "Lei mi ha detto che non mi amava più e mi ha insultato". A qual punto l’uomo avrebbe accoltellato la moglie lasciandola senza vita in bagno.

L’uomo è stato fermato ieri sera per omicidio volontario. Il pm nel fermo parla "futili motivi", "mera gelosia ed efferata violenza". L'uomo ha confessato ieri pomeriggio davanti al pm e ai carabinieri. "Da circa 4 mesi vi erano discussioni tra lui e la giovane moglie, dovute a una relazione extraconiugale della donna, la quale", nella tragica mattinata, si legge nel provvedimento, "gli aveva detto di non amarlo più". L'uomo avrebbe poi coperto il cadavere. Non si sa se i tre figli fossero ancora a casa, se fossero stati portati dai nonni solo dopo. Stanno indagando i carabinieri e la Procura.