Cantone: serve un fermo biologico leggi e più responsabilità

Pat

Bologna, 3 set. (askanews) - Per sconfiggere la mafia e la corruzione non servono altre leggi, anzi in Italia c'è bisogno di "un fermo biologico delle leggi". E poi occorre "creare la cultura del rapporto tra cittadini e istituzioni". Lo ha detto il presidente dell'Autorità Nazionale Anticorruzione, Raffaele Cantone, dalla Festa nazionale dell'Unità a Ravenna.

"La prima cosa da fare è un fermo biologico delle leggi - ha spiegato Cantone -. Bisogna smettere di fare leggi ogni giorno. Su questo tema abbiamo bisogno di cominciare ad applicare le leggi" che già ci sono. "Bisognerà mettere mano al codice degli appalti" perché "lo 'Sblocca cantieri' è una delle peggiori leggi mai fatte, perché è scritta male, crea una quantità enorme di problemi". E "invece di introdurre cose nuove proviamo ad applicare le leggi. Proviamo a creare la cultura del rapporto tra cittadini e istituzioni". (Segue)