Canzone "Si vax", la reazione di Pregliasco alle polemiche

·1 minuto per la lettura
Canzone virologi Pregliasco
Canzone virologi Pregliasco

La canzone “Si vax” interpretata da Bassetti, Crisanti e Pregliasco – tre esperti che nei mesi di pandemia si sono fatti conoscere al grande pubblico – ha fatto il giro del web e delle televisioni. In tanti hanno lodato l’impegno (e il coraggio) dei professori, che provano in tutti i modi a sensibilizzare sull’importanza del vaccino anti-Covid, fondamentale soprattutto alla vigilia delle festività natalizie quando la curva epidemiologica appare in rialzo. Tuttavia, non sono mancate le dure critiche e i commenti sprezzanti indirizzati ai tre medici. A replicare ora è Fabrizio Pregliasco.

Canzone “Si vax” dei virologi: Pregliasco risponde alle critiche

Interpretando (anche se non molto intonati) un’inedita versione di “Jingle bells”, Andrea Crisanti, Matteo Bassetti e Fabrizio Pregliasco hanno inviato i cittadini ad aderire alla campagna vaccinale. L’idea, tuttavia, pare non sia piaciuta proprio a tutti.

Non sono mancate le critiche: immediata la reazione del medico genovese, Matteo Bassetti, che senza dubbi si è detto pronto a rifarlo. Ora è arrivata la replica di Pregliasco.

Canzone “Si vax” dei virologi, Pregliasco risponde alle critiche: i commenti

Il video dei tre virologi è diventato presto virale sui social e in tendenza su Twitter, dove si sono susseguiti numerosi commenti negativi.

“Questo è il livello degli esperti”, scrive qualcuno. “Mi è venuta voglia immediata di una dose. Quella sbagliata”, è il commento di un altro utente. E ancora: “Non volevo crederci. Vorrei non averli mai visti”, “Mi auguro sia un fake, contrariamente sono da Tso”.

Tra le critiche, ci sono anche quelle indirizzate al servizio pubblico: “Tv pubblica con canone Rai in bolletta. Penso si è raggiunto un limite di decenza oltre il quale è difficile ritornare indietro”.

Canzone “Si vax” dei virologi, Pregliasco risponde alle critiche: le sue parole

Come reso noto da Tag24.it, Pregliasco ha commentato il clamore suscitato dalla canzone “Si vax”. “Sono stupito, ma fino a un certo punto, ogni cosa che riguarda il Covid viene amplificata, finisce in cronaca, accade di tutto a livello mediatico”, ha dichiarato.

Poi ha ricordato: “Ci sono vari giudizi, come quelli che mi hanno detto che è stata una comunicazione serena e leggera, senza sottovalutare il problema”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli