Caorle, pizza con bestemmia scritta con la panna: la recensione fa scoppiare il caos

Caorle, pizza con bestemmia scritta con la panna: la recensione fa scoppiare il caos
Caorle, pizza con bestemmia scritta con la panna: la recensione fa scoppiare il caos

Si era recato in una pizzeria conosciuta e apprezzata di Caorle, nel Veneziano, convinto di potersi godere una bella serata in compagnia della moglie, ma un piccolo dettaglio gli ha rovinato la cena. Dopo aver ordinato, infatti, al tavolo è arrivata una pizza con una bestemmia scritta con la panna, parole che hanno profondamente colpito e sconvolto il cliente e tutti i presenti.

A raccontare l'inusuale vicenda ci ha pensato lo stesso cliente, Enrico, sulla famosa piattaforma di recensioni TripAdvisor. L'uomo, infatti, ha scritto una recensione lunga e critica nei confronti della pizzeria, famosa nella zona e in attività da oltre cinquant'anni.

Una volta ordinata la pizza, quanto arrivato al tavolo ha lasciato allibito il cliente che ha subito pensato a uno scherzo di cattivo gusto da parte della cucina: "Il pizzaiolo ha avuto la brillante idea di scrivere una bestemmia. Tutto il resto non lo descrivo, titolare compreso che ha messo in dubbio la mia parola”. L'uomo non ha potuto far altro che prendere il cellulare e fotografare la scritta sulla pizza, foto che è stata allegata alla recensione pubblicata sul web che ha portato una sola stella (la valutazione peggiore) alla pizzeria.

VIDEO - Pizza, da Cracco a Sorbillo passando per Briatore: qual è la più costosa tra le pizze d'autore?

Il cliente ha poi puntato il dito contro il titolare del locale, che non gli avrebbe creduto: "Fortunatamente avevo già fatto la foto. Ho anche pagato il conto perché sono un signore, mentre il titolare non si è degnato nemmeno di offrire un caffè”. Chi è andato a mangiare in quel locale, però, assicura che proprietario e personale sono sempre stati impeccabili: "Si tratta di una delle migliori pizzerie di Caorle. Ogni sera c’è la fila di clienti in attesa di un posto e la titolare offre a tutti un bicchierino di prosecco mentre aspettano all’esterno. Qui siamo tutti increduli“.

Il pizzaiolo è stato sospeso e il titolare si è voluto scusare per l'accaduto: "Il cliente può aver pensato a uno scherzo di cattivo gusto ma non è così. Il pizzaiolo, che lavora qui da più di vent’anni, ha una situazione familiare molto difficile e la scritta sulla pizza, che ritengo inammissibile e intollerabile, è stato un disperato grido di aiuto“.

"Sulle prime ero convinto di licenziarlo visto la bufera in cui ci ha catapultato, per quel suo gesto d’iniziativa da cui prendiamo le distanze. Ora però sto cercando di fare in modo che rimanga a casa a risolvere i suoi problemi- ha spiegato- continuando comunque a percepire lo stipendio. Così potremmo aiutarlo”.