Caos procure, chiesto giudizio Fuzio e Palamara

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

dall’inviata Assunta Cassiano

E’ stata rinviata al 22 dicembre l’udienza preliminare a Perugia per l'ex pm romano Luca Palamara, indagato per corruzione insieme ad Adele Attisani, l'imprenditore Fabrizio Centofanti e Giancarlo Manfredonia. I motivi del rinvio sono legati a una modifica del capo di imputazione e alla richiesta di riunificare il procedimento attuale con quello che vede coinvolti lo stesso Palamara e l’ex procuratore generale della Cassazione Riccardo Fuzio per una rivelazione di segreto d’ufficio legata all’inchiesta a suo carico. E’ emerso infatti nel corso dell’udienza che la Procura di Perugia nei giorni scorsi ha chiesto il rinvio a giudizio per il filone sulle rivelazioni per Fuzio e Palamara.

"Abbiamo chiesto il rinvio - ha detto il procuratore capo di Perugia Raffaele Cantone lasciando il centro congressi Capitini dove si è svolta l’udienza preliminare - anche per riunire con un altro procedimento che riguarda una rivelazione di segreto d’indagine in cui è imputato l’ex procuratore generale della Cassazione" (VIDEO). Il gup Piercarlo Frabotta si è riservato sulle richieste.

Rinviata anche la decisione sulle richieste di costituzione di parte civile arrivate, tra gli altri, dal ministero della Giustizia, dalla presidenza del Consiglio.