Caos Procure: Articolo 101, 'no a impostazione dirigistica, Santalucia ha violato le regole Anm'

·2 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Palermo, 19 apr. (Adnkronos) – "Dopo avere letto il comunicato della Giunta esecutiva centrale di ieri e il verbale delle sedute nelle quali l’organo esecutivo ha discusso della vicenda relativa al presidente dell’Anm, evidenziamo che da essi si desume chiaramente la piena veridicità di quanto denunciato dagli scriventi e l’assunzione di indebite prerogative da parte del legale rappresentante Anm, per di più svolte in modo contrario alla invocata normativa sulla privacy (che avrebbe richiesto l’omissione del solo nominativo), contraddittorio e praticando un irricevibile doppio binario di conoscenza degli atti associativi tra rappresentanti della Gec e componenti del Comitato direttivo centrale". Lo dicono, in una nota, i componenti del Comitato direttivo centrale eletti nella lista ArticoloCentouno, Maria Angioni, Giuliano Castiglia, Ida Moretti e Andrea Reale.

"Ribadiamo che il comportamento del presidente Santalucia ha violato le regole statutarie dell’Anm, come si desume dalla stigmatizzazione di esso anche ad opera di alcuni esponenti della Gec e dal richiamo alla collegialità e al confronto tra tutti i componenti nelle decisioni – dicono – ed auspichiamo che venga assolutamente debellata questa impostazione dirigistica e “presidenziale” della quale l’Anm non ha alcun bisogno in questo momento storico e, soprattutto, che cozza frontalmente con le regole democratiche che i magistrati associati si sono dati".

Proprio ieri l'Anm ha diffuso una nota nella quale si legge: "Nessun insabbiamento, procede speditamente il lavoro dei probiviri. La Giunta Esecutiva Centrale dell’Anm esprime il proprio dissenso rispetto all’accusa rivolta al Presidente Giuseppe Santalucia di aver mirato ad “insabbiare”, “eludere”, “rallentare” l’attività di disvelamento che sta svolgendo in totale autonomia il Collegio dei Probiviri". E ancora: "La Giunta prende atto che il Presidente Santalucia si è assunto l’esclusiva paternità delle decisioni in ordine al rilascio di copie di atti e all’oscuramento di parti di essi, ritenendole afferenti alle sue prerogative di titolare del trattamento dei dati".