Caos Procure: Mattarella, 'superare degenerazione correnti'

Caos Procure: Mattarella, 'superare degenerazione correnti'

Roma, 18 giu. (Adnkronos) – "La limpidezza del modo di agire anche nella vita associativa, e la credibilità in tutte le decisioni che riguardano il Consiglio superiore -dalle nomine agli avanzamenti, ai provvedimenti disciplinari e, prima ancora, alle candidature al Consiglio– costituiscono per i cittadini un metro di valutazione della trasparenza e della credibilità anche delle decisioni assunte dalla magistratura nel rendere giustizia. Questo è il momento di dimostrare, con coraggio, di voler superare ogni degenerazione del sistema delle correnti per perseguire autenticamente l’interesse generale ad avere una giustizia efficiente e credibile. E’ indispensabile porre attenzione critica sul ruolo e sull’utilità stessa delle correnti interne alla vita associativa dei magistrati". Lo ha affermato il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ricordando al Quirinale i magistrati uccisi dal terrorismo e dalla mafia nel quarantesimo e trentesimo anniversario della loro morte.

"Come per qualunque settore di impegno collettivo, appartiene alla normalità -ha aggiunto il Capo dello Stato- la varietà delle prospettive e delle posizioni sui temi della organizzazione della giustizia e sul valore della giurisdizione. La dialettica fra posizioni diverse, il cui valore è indiscutibile, come espressione di pluralismo culturale, rappresenta una ricchezza per le nostre istituzioni".

"Questa dialettica diventa, tuttavia, deleteria allorquando le differenze si traducono in contrapposizioni sganciate dai valori costituzionali di riferimento poiché fanno perdere di vista l’interesse comune ad avere una giurisdizione qualificata e indipendente. Appare davvero necessario -ha concluso Mattarella- un 'rinnovamento culturale per rigenerare valori' come pure è stato scritto nei giorni scorsi".