Caos procure: Rampioni, 'aggressione mediatica becera, notizie false su audizione Csm'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 31 mar. (Adnkronos) – "La mia storia personale e familiare, mi ha insegnato ad essere libero da condizionamenti”. Lo dice il difensore di Luca Palamara, Roberto Rampioni. “Dopo l’audizione del mio assistito al Csm, da alcuni giorni sono al centro di una becera aggressione mediatica da parte di due dei maggiori quotidiani italiani. Emerge su Corriere e La Repubblica una logica inquisitoria che non si confronta né con i dati né con la realtà. Non cerco sponde mediatiche, ma mi è d’obbligo segnalare notizie costruite e spudoratamente false, come quelle che circolano sull’audizione al Csm per raggiungere ulteriori scopi. Anche per questo ho scritto al Presidente Mattarella ed alla Ministra Cartabia”, conclude Roberto Rampioni.