Caos rifiuti a Roma, dopo 3 mesi si dimette in blocco Cda di Ama

Caos rifiuti a Roma, dopo 3 mesi si dimette in blocco Cda di Ama

Roma, 1 ott. (askanews) – Si è dimesso in blocco, dopo appena tre mesi, il nuovo Consiglio di Amministrazione dell’Ama, la società che si occupa della gestione dei rifiuti a Roma. La presidente Luisa Melara, l’ad Paolo Longoni e il consigliere Massimo Ranieri hanno comunicato la decisione di dimettersi dopo aver ricevuto l’ennesimo “no” da Roma Capitale all’approvazione del bilancio 2017 ed essersi visti rifiutare un confronto con la sindaca di Roma Virginia Raggi.

“Dopo due anni e mezzo Ama è ancora senza il bilancio consuntivo 2017, mentre sul piano operativo e dei flussi, oltre al vittimismo, non vediamo nulla di concreto”, denunciano in una nota i sindacati.

Le opposizioni capitoline hanno chiesto la presenza della sindaca di Roma Virginia Raggi in Aula, perché riferisca sulle dimissioni del Cda di Ama. Finisce così l’avventura anche del sesto gruppo di amministratori di Ama, azienda accusata di una scarsa efficienza ormai endemica nella gestione dei rifiuti nella Capitale.