Capodanno Bizantino, giapponese Hidenobu Jinnai è nuovo... -2-

Psc/Int10

Napoli, 19 ago. (askanews) - Hidenobu Jinnai, tra la fine degli anni '90 e i primi anni del nuovo millennio, è entrato quasi in ogni casa di Amalfi. Ne ha studiato la storia, ha parlato con gli abitanti, raccogliendo tracce arabe, normanne, romane, l'impronta delle vestigia dell'antica Repubblica Marinara. Ha studiato i rapporti tra gli interni e gli esterni andandone ad indagare le motivazioni culturali, e molto altro ancora. Colmando così un grande vuoto storico, quello della conoscenza capillare dell'assetto di Amalfi al di fuori dei monumenti più importanti, pubblicando poi una serie di studi, tra i quali un testo di successo che si libra tra architettura e antropologia. Opera nella quale tra l'altro si parla di come Amalfi sia diventata l'affascinante urbe che tutto il mondo oggi conosce, sotto una serie di spinte nate dal tessuto sociale e dalla vita contingente della città nelle diverse epoche, incluse anche le attuali pressioni prodotte dal settore turistico. "Amalfi. Caratteri dell'edilizia residenziale nel contesto urbanistico dei centri marittimi mediterranei" è stato edito in Giappone nel 2005 e pubblicato in Italia nel 2011 a doppia firma con la docente della Seconda università di Napoli Maria Russo, a cura del Centro di Cultura e Storia Amalfitana.