Capodanno di proteste a Hong Kong. Decine di migliaia di manifestanti in strada

Decine di migliaia di manifestanti a favore della democrazia hanno affollato le strade di Hong Kong per un grande raduno il giorno di Capodanno. L'ex colonia britannica è stata scossa da quasi sette mesi di disordini, innescati da una proposta per consentire le estradizioni nella Cina continentale e sono sfociati in una rivolta più grande contro ciò che molti temono sia il controllo serrato di Pechino.

I manifestanti si sono radunati nel Victoria Park per marciare sull'isola principale di Hong Kong, attraverso il distretto di Causeway Bay - di solito pieno di turisti e persone che fanno shopping - fino a Central, il cuore commerciale dell'hub finanziario internazionale. "È triste che le nostre richieste dal 2019 debbano essere portate avanti fino al 2020", ha affermato Jimmy Sham del Civil Human Rights Front, il gruppo che ha organizzato la manifestazione per fare pressione sul governo della città affinché risponda alle richieste dei manifestanti. "Ci aspettiamo che arrivi ancora una repressione. Dobbiamo prepararci attivamente alla lotta", ha detto alla folla riunita prima dell'inizio della marcia. Molti portavano striscioni che elencavano le loro principali richieste, tra cui elezioni generali libere in città, un'inchiesta indipendente sulla repressione della polizia e l'amnistia per le quasi 6.500 persone arrestate durante il movimento, di cui quasi un terzo di età inferiore ai 20 anni.