Capodanno, il bilancio: un morto e 204 feriti

webinfo@adnkronos.com

Un morto (ad Ascoli Piceno un uomo di 27 anni è deceduto a seguito di una caduta in un dirupo nel tentativo di spegnere un principio di incendio nella sterpaglia sottostante provocata dall’accensione di alcuni artifici pirotecnici) e 204 feriti nella notte di Capodanno. E' quanto emerge dal bilancio diffuso dalla Polizia di Stato. 

Il numero totale dei feriti evidenzia un lieve decremento rispetto al precedente anno. A fronte dei 216 feriti per il 2019 si è registrato un numero di 204 feriti di cui 38 ricoverati. I dati, in relazione alla gravità delle lesioni riportate, fanno registrare una lieve diminuzione sia nel numero di feriti con prognosi inferiore o uguale a 40 gg, sia in quello dei feriti gravi (con prognosi superiore ai 40gg): - con riferimento ai feriti lievi, prognosi inferiore o uguale ai 40 gg, il rilevamento è di 193 casi rispetto ai 203 dello scorso anno. - con riferimento ai feriti più gravi, cioè quelli con prognosi superiore ai 40 gg, si registrano, 11 persone ferite a fronte dei 13 dello scorso Capodanno.  

Con particolare riguardo ai ferimenti di minori si registra un lieve incremento del dato complessivo: sono 43 i minorenni che hanno riportato lesioni mentre lo scorso anno erano stati 41.