Capodanno 2021 Napoli, donna colpita al volto da proiettile

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

Sono otto i feriti tra Napoli e provincia per i botti di Capodanno, tre a Napoli e cinque nell'hinterland, dove una donna è stata colpita al volto da un proiettile vagante. Si tratta del numero più basso da parecchi anni, solo lo scorso anno erano stati 48, di cui 46 per fuochi d'artificio e 2 per colpi d'arma da fuoco. Non ci sono minori tra gli otto feriti del Capodanno 2020, quasi tutti sono rimasti feriti alle mani per fuochi d'artificio e nessuno è in pericolo di vita.

Il caso più grave si è verificato a Mugnano di Napoli dove una donna di 52 anni, che era andata a trovare la madre anziana, è stata colpita da un proiettile vagante nella zona tra il sopracciglio e l'attaccatura del naso mentre era affacciata al balcone. La donna non è in pericolo di vita e nei prossimi giorni sarà operata per estrarre il proiettile.