Capodanno, “Quota 100”: il nuovo botto illegale

quota 100

Sotto le feste di Capodanno le forze dell’Ordine di tutta Italia hanno già sequestrato tanti botti illegali, tra cui “Quota 100” il nuovo botto del 2019, con un potenziale esplosivo di circa 800 grammi

Capodanno, la new entry è “Quota 100”

Sotto Capodanno le forze dell’Ordine di tutta Italia sono costrette agli strordinari per via dei botti illegali. Anche quest’anno sono già stati sequestrati chili di esplosivi illegali, che ogni anno si arricchiscono di nuovi nomi.

Se a Napoli è divenatto famoso in poche settimane “Ringhio”, botto che prende il nome dal nuovo allenatore del Napoli Gennaro Gattuso, ecco spunatre una new entry: “Quota 100“.Il nome è stato attribuito per rimanere in piena attualità politica, facendo riferimento alla misura della pensione anticipata varata dal Governo. Questo nuovo botto però risulta essere tra i più pericolosi, perché può contenere fino a 800 grammi di miscuglio esplosivo.

Lotta e sensibilizzazione da parte dei carabinieri

Come ogni anno, sono in primis i Carabinieri ad attuare campagne di sensibilizzazione per educare i giovani a riconoscre i botti innocui da quelli più pericolosi e illegali, disincentivando di conseguenza la compravendita di esplosivi durante le festività natalizie.

Usa la testa non rovinarti la festa-questo è lo slogan della campagna messa in atto dai carabinieri dell’Emilia Romagna- La battaglia potrà essere vinta se si riuscirà a far comprendere, soprattutto ai giovani, che il problema è essenzialmente culturale. In questi casi, quasi sempre gli incidenti sono dovuti a disattenzione e non a fatalità”