Capodanno a stelle e strisce per i Maneskin, il trionfo della band negli USA

·2 minuto per la lettura
maneskin capodanno 2
maneskin capodanno 2

Per i Maneskin, il 2021 si è concluso con il concertone tenuto a Los Angeles e trasmesso in diretta televisiva dall’emittente americana ABC. Insieme alla band italiana, sul palco erano presenti anche tante altre star del pop, del rap e del rock statunitense come, ad esempio, OneRepublic o Travis Barker.

Maneskin, il concerto di Capodanno a Los Angeles

Il 2021 è stato un anno costellato di successi per i Maneskin e si è concluso con la partecipazione al concertone di Capodanno organizzato a Los Angeles, negli Stati Uniti d’America. La band italiana, infatti, è stata tra le protagoniste dell’evento, condotto da Ryan Seacrest e trasmesso in diretta televisiva dall’emittente americana ABC.

Insieme ai Maneskin, sul parco del concertone di LA, si sono alternati artisti di punta del rock, del pop e del rap made in USA come OneRepublic, Polo G, Macklemore, Ryan Lewis, Travis Barker, French Montana o, ancora, Avril Lavigne.

Capodanno a stelle e strisce per i Maneskin, il trionfo della band negli USA

In occasione del concertone di Capodanno di Los Angeles, la band romana guidata dal frontman Damiano David si è esibita sulle note di Beggin, la cover dei Four Season divenuta estremamente famosa negli Stati Uniti. Il successo della cover Beggin negli USA è scaturito soprattutto dal boom di visualizzazioni ottenute su TikTok dai Maneskin dopo la vittoria all’Eurovision Song Contest con Zitti e buoni e il singolo Mammamia.

Maneskin, il successo della band e l’articolo sul Los Angeles Times

Per celebrare il loro 2021, infine, i Maneskin hanno condiviso un post sui loro canali social attraverso il quale hanno rivelato ai fan di non essere ancora riusciti a metabolizzare tutti gli avvenimenti che hanno riguardato la band nel corso dell’ultimo anno.

In questo contesto, uno dei momenti più iconici e significativi vissuti dalla band coincide con la pubblicazione di un articolo sul rinomato Los Angeles Times. L’articolo – incentrato su Damiano David, Victoria De Angelis, Thomas Raggi ed Ethan Torchio – riportava la seguente constatazione: “Ecco come quattro italiani ossessionati dagli Anni ’70 sono diventati la band preferita dagli americani”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli