Caporalato, Lega: da Bellanova solo belle parole

Pol-Afe

Roma, 30 ott. (askanews) - "Dal ministro Bellanova abbiamo sentito tante belle parole sulla vergogna del caporalato, ma non una virgola su come contrastarlo davvero. Un serbatoio di manodopera a bassissimo costo, di tanti ghetti dove regna l'illegalità. Una realtà drammatica frutto dell'immigrazione incontrollata. Il caporalato va colpito duramente senza però sparare nel mucchio. Altrimenti si finisce per colpevolizzare le tante aziende oneste che nulla hanno a che fare con questa pratica schiavista. E' poi anacronistico, oltre che ipocrita, pensare di intervenire a parole contro questo fenomeno ma, dall'altra, dimenticare che l'agricoltura italiana è tutti i giorni sotto attacco da concorrenze sleali che per esempio in certe zone dell'estremo oriente non si fanno scrupolo di impiegare i bambini nelle risaie". Così i deputati della Lega in Commissione Agricoltura della Camera a margine dell'audizione del Ministro delle Politiche agricole Teresa Bellanova: Lorenzo Viviani (capogruppo), Mario Lolini (vicepresidente), Guglielmo Golinelli (segretario), Aurelia Bubisutti, Flavio Gastaldi, Guido Guidesi, Marzio Liuni, Martina Loss, Franco Manzato.