Capoterra, accoltella la moglie uccidendola

carabinieri
carabinieri

Femminicidio a Capoterra, in provincia di Cagliari. Una donna è stata accoltellata da suo marito; entrambi risultano essere di nazionalità serba. Come informa Tgcom24, l’uomo si è poi costituito andando incontro alle forze dell’ordine, giunte sul luogo del delitto. Il soggetto ha confessato il femminicidio senza opporre alcuna resistenza. Oltre ai carabinieri, sul posto sono giunti i sanitari del 118, che non hanno potuto fare altro se non constatare il decesso della vittima. Il femminicidio di Capoterra è l’ennesimo delitto che va ad aumentare i casi di delitti nei confronti delle donne in ambito familiare, registrati nel bilancio diffuso dal Viminale.

Femminicidio a Cagliari: la vittima è una donna di 48 anni

Un uomo ha ucciso a Capoterra sua moglie accoltellandola. In seguito si è consegnato ai carabinieri che ha incontrato per strada. Dal Messaggero si legge che l’episodio è avvenuto domenica 6 novembre intorno alle 12 presso un centro di accoglienza per migranti. La vittima è una donna di 48 anni.

L’uomo è stato arrestato

Al momento non si conoscono ulteriori dettagli sull’omicidio avvenuto accanto alla Piazza Brigata Sassari, nel corso di una cerimonia volta a commemorare i defunto. Non si comprende ancora il motivo che ha spinto l’uomo a commettere il delitto. Il compagno della vittima è stato arrestato e si troverebbe presso la caserma locale.