Cappa a Cirinnà: Gozi simbolo dell'Italia migliore

Pol/Vep

Roma, 30 lug. (askanews) - "Non capisco davvero le parole della Senatrice Cirinnà rispetto al ruolo che Sandro Gozi andrà ad assumere nel gabinetto francese". Lo dichiara Marco Cappa, componente della direzione nazionale del Pd.

"Quel suo 'io non l'avrei fatto, ognuno risponde delle sue azioni' - continua - è una critica e una presa di distanza dai toni che sembrano delle forze di destra rispetto invece a quello che dovrebbe essere un motivo di orgoglio per la nostra comunità democratica, il simbolo di un'Italia bella e competente, il cui merito viene riconosciuto anche Oltralpe. Una distanza così netta viene riservata dai rappresentanti della maggioranza gialloverde, loro sì davvero incapaci sui dossier europei avendo portato le infrazioni con la Commissione UE al numero di 79 mentre con Gozi sottosegretario eravamo scesi, sempre come numero di infrazioni, da 121 a 59".

"La vocazione trasnazionale, sinceramente europeista di Sandro, autore tra l'altro di un bellissimo volume 'Generazione Erasmus al potere', simboleggia l'idea di Europa che vogliamo: un'Europa davvero sovrana e democratica capace di competere con Cina, India, Russia e USA e non stremata dai populisti e nazionalisti", continua. "Ecco, con lui, questo 'Erasmus' di governo potrà rappresentare un'importante novità e un'occasione per accrescere il senso di condivisione europeo, tra forze politiche vicine, orientamento condiviso anche dal segretario Zingaretti che durante la campagna per le europee proprio grazie al lavoro di Gozi ha incontrato e stretto accordo di collaborazione con Stanislas Guerini, segretario di En Marche. La Cirinnà vuole forse stracciarlo?", conclude.