Caprioglio (Umana): "Nessuna azienda ci ha mai chiesto di pagare meno una donna"

·1 minuto per la lettura

"Sono rimasta molto stupita nel sentire che ci sono aziende che fanno formazione solo per uomini: spero che sia perché proprio non hanno donne in azienda. Sarebbe un male anche questo, ma già sarebbe meglio. E faccio fatica a sentire anche che c'è una legge per la parità retributiva: in 23 anni di lavoro nessuna azienda ci ha mai chiesto di pagare di più o di meno un uomo o una donna. Nel lavoro temporaneo non ci sono differenze". Lo ha detto Maria Raffaella Caprioglio, presidente di Umana, intervenendo al workshop “Donne manager e performance aziendali”, organizzato da Fondirigenti, e nel quale sono stati presentati i risultati di un’indagine sul tema della formazione per le donne manager.

"La mia esperienza in Umana è quella di un'impresa nata come piccola azienda: eravamo in 7 e oggi siamo in 1.400. Siamo cresciuti solo per linee interne dando fiducia alle persone che c'erano e alle persone che sono venute dopo. Abbiamo sempre fatto formazione anche perché abbiamo 'inventato' qualcosa che non sapevamo fare e abbiamo due società del nostro Gruppo che fanno formazione alle aziende: piccole, medie e grandi. Ci chiedono formazione, infatti, aziende di tutti i tipi", ha ricordato Caprioglio.

"Facciamo moltissime Academy anche nel mondo Stem. E' vero che ci sono meno donne, ma ci sono meno donne in generale nel lavoro. Ma si può crescere per merito per fortuna per scelte. Io sono cresciuta lavorativamente in un ambiente maschile: ma sono stata promossa quadro quando ero in maternità", ha concluso.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli