Capsule lavastoviglie: a cosa servono e le proprietà

capsule lavastoviglie

Le capsule lavastoviglie sono detersivi per pentole e tegami usate in programmi di lavaggio con cicli brevi e lunghi che permettono di pulire le varie vettovaglie. Vediamo insieme tutte le proprietà e a cosa servono.

Capsule lavastoviglie: a cosa servono

Avere una lavastoviglie in casa è ormai diventata un’abitudine ed è un prodotto di uso comune in molte famiglie. Chiunque abbia una lavastoviglie, sa molto bene quanto le capsule possano aiutare per il corretto funzionamento della macchina. Senza le capsule lavastoviglie, i piatti, le pentole e i tegami sarebbero incrostati, anche dopo cicli di lavaggio molto intensi e lunghi.

Sono detersivi, prodotti che aiutano a trattare le macchie, hanno un effetto pulente e fungono da protezione su tantissimi altri materiali, compreso il vetro e la plastica. Addolciscono l’acqua, rendendo i piatti e i tegami brillanti eliminando e preservandoli dall’accumulo del calcare. Non sono dannose o nocive per l’organismo e risultano molto sicure.

Rimuovono i grassi e l’amido dalle pentole, in quanto si basano su componenti chimici ed enzimi che sono efficaci contro i residui di sporco e li rimuovono in modo molto facile e semplice. Le capsule lavastoviglie permettono di trattare qualsiasi tipo di macchia, dal latte bruciacchiato nel fondo del pentolino sino alle incrostazioni da tuorlo d’uovo.

Prima di essere messe in commercio, sono sottoposte a tantissimi test in modo da rilevare e verificare l’azione pulente, anche su superfici particolarmente difficili e critiche. Soltanto al superamento dei test, possono essere approvate in quanto hanno risposto a tutti i canoni necessari per la pulizia dei vari prodotti.

capsule lavastoviglie

Capsule lavastoviglie: proprietà

Le capsule lavastoviglie (come quelle di Pril) sono detersivi che contengono componenti polimerici utili per lavare e asciugare i piatti senza lasciare macchie e, inoltre, risultano essere molto efficaci per la pulizia di altri prodotti, quali stoviglie, cristalli e utensili. Generalmente sono a base di polvere e hanno per circa il 30-50% sequestranti di durezza, oltre a polimeri brillantanti e agenti sbiancanti per esercitare al meglio il loro potere e azione di pulizia.

Sono ricchi di carbonato di sodio e silicato che crea un ambiente alcalino in modo da denaturare i grassi e le proteine che tendono a rimanere nei piatti o gli utensili. Si tratta di una soluzione molto facile, pratica e veloce. Per risolvere l’annoso problema del lavaggio dei piatti, basta metterli in lavastoviglie e mettere una di queste capsule per assicurarsi una pulizia brillante ed efficace.

In commercio sono diversi i prodotti di questo tipo a seconda delle esigenze di ognuno, anche distribuiti “alla spina”

Questo tipo di prodotti unificano brillantante il sale per togliere i residui e le patine di calcare che si annidano. Si dissolvono in acqua ed evitano la formazione di tutti quei residui che potrebbero creare dei danni all’elettrodomestico.