Cara energia europea... in Francia bloccati gli aumenti fino ad aprile

·1 minuto per la lettura

Il governo francese ha annunciato uno "scudo tariffario" sui prezzi del gas fino ad aprile 2022, dopo l'aumento del 12,6% previsto proprio per questo venerdì. Allo stesso tempo l'incremento della tariffa dell'elettricità a febbraio sarà limitato al 4%.

Notizie che fanno tirare un sospiro di sollievo ai transalpini, che nei mesi scorsi avevano comunque visto aumentare nettamente i costi dell'energia, come spiega David Garcia, ingegnere. "Sono passato da 192 euro all'inizio dell'anno a 235 euro in questo momento, che diventeranno 296 euro a fine anno. Quasi il 50% in più in un anno... non riesco a capirlo, perché il mio consumo non è cambiato molto!"

L'incremento dei prezzi del gas, causato dalla crisi sanitaria, non sta affligendo solo la Francia, ma tutta l'Europa. Da gennaio i prezzi del gas naturale sono aumentati di oltre il 170%.

Le associazioni dei consumatori sono preoccupate per questa tendenza, soprattutto perché il futuro è più che incerto. E il ritorno dell'inflazione dietro l'angolo. "Siamo preoccupati, perché i mercati europei dell'energia stanno deragliando, non sappiamo se questa cosa continuerà o si fermerà, è molto difficile da sapere ora", François Carlier. "E se dovesse proseguire, sarà davvero un problema perché a quel punto, le misure di emergenza non saranno più sufficienti".

L'associazione dei consumatori francesi propone azioni significative: chiede ai parlamentari di votare, nel quadro della legge finanziaria 2022, l'abbassamento dell'IVA sui prodotti energetici, attualmente al 20%.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli