Carabiniere ucciso, analisi Ris su zaino rubato dagli americani

webinfo@adnkronos.com

Sono iniziate questa mattina a Roma le analisi dei carabinieri del Ris sullo zaino di Sergio Brugiatelli, rubato dai due giovani americani, Finnegan Lee Elder e Christian Gabriel Natale Hjorth, in carcere per l'omicidio del vicebrigadiere dei carabinieri Mario Cerciello Rega ucciso con 11 coltellate nella notte del 26 luglio. Elder e Hjorth dopo il furto dello zaino organizzarono un 'cavallo di ritorno' e dissero a Brugiatelli di riportare soldi e droga. All’appuntamento però si presentarono i carabinieri Andrea Varriale e il collega Cerciello Rega che morì sotto le coltellate inferte da Elder. 

L'esame di questa mattina, che ha riguardato il contenuto dello zaino e dei manici della borsa, si è svolto alla presenza del difensore della vedova di Cerciello Rega, l'avvocato Massimo Ferrandino, e del medico legale nominato come consulente dalla famiglia del vicebrigadiere, Gianni Pittella. "La conclusione di tutti gli esami relativi al caso si avranno entro fine mese - dice all'Adnkronos Pittella - Farò il massimo perché venga accertata la verità su un delitto così efferato che ha strappato alla vita un giovane valoroso carabiniere".