Carabiniere ucciso, aperto procedimento disciplinare a prof. Novara -2-

Prs

Torino, 29 lug. (askanews) - "Il tenore di quelle frasi, che hanno scosso e indignato l'opinione pubblica, era offensivo della memoria della vittima, dei suoi familiari, dell'immagine dell'Arma e di quella di tutte le forze dell'ordine preposte alla sicurezza dei cittadini, nonché, ovviamente, del Miur e della Scuola come presidio per l'educazione e la formazione delle nuove generazioni", ha scritto Fabrizio manca, Direttore generale dell'Usr Piemonte.

Frontini, in ferie all'estero, "è stata convocata per l'audizione a difesa il giorno 2 settembre p.v., presso la sede dell'Ufficio per i procedimenti disciplinari dell'Usr".

Manca ha infine aggiunto: "Colgo l'occasione per formulare le scuse ed esprimere la vicinanza, mia personale, dell'Usr e di tutta la Scuola piemontese al dolore della giovane moglie del Carabiniere e dei suoi familiari. Gli stessi sentimenti di solidarietà rivolgo all'Arma dei Carabinieri per l'ennesimo sacrificio di vite umane spezzate nell'adempimento dei propri doveri e a tutti gli altri apparati delle Forze dell'Ordine che tutelano la sicurezza dei cittadini e la vita democratica della nostra comunità".