Carabiniere ucciso, Bonafede: foto bendato? No ai vittimismi

Ska

Roma, 29 lug. (askanews) - "E' stata già avviata la procedura per individuare i responsabili e i carabinieri hanno già fatto le loro valutazioni e hanno preso le iniziative conseguenti". Così il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede intervistato a Zapping (Radio Rai Uno) sulla foto del ragazzo statunitense Gabriel Natale Hjorth bendato in una caserma dei carabinieri in occasione dell'arresto per la morte del vice brigadiere Mario Cerciello Rega. "Per me finisce lì: mi fa piacere che l'arma dei Carabinieri abbia gli anticorpi, non ce da fare né vittime né vittimismi". Il guardasigilli non è voluto entrare in "valutazioni" relative alla possibilità che quella foto porti ad una annullamento degli interrogatori.