Carabiniere ucciso, cordoglio Consiglio regionale del Veneto

Red/Cro/Bla

Roma, 26 lug. (askanews) - "A pochi passi dalla sede della Calare, Conferenza dei Presidenti delle assemblee legislative delle Regioni e delle Province autonome, in via Cossa a Roma è stato assassinato il vice brigadiere Mario Rega Cerciello: alla sua famiglia, ai suoi amici e colleghi, all'arma dei Carabinieri, il mio cordoglio personale. Penso poi di interpretare il sentimento dell'intero Consiglio regionale del Veneto nell'esprimere le condoglianze e la vicinanza sincera alle Forze dell'ordine e ai Carabinieri che ancora una volta hanno pagato con la vita il giuramento di Fedeltà alla Repubblica". Il presidente del Consiglio regionale del Veneto, Roberto Ciambetti è "colpito e commosso: nel vedere le immagini televisive non si può essere indifferenti - ha detto Ciambetti - conosco benissimo quell'angolo, ci sono passato davanti decine e decine di volte. Pensare che li è stato assassinato un carabiniere colpevole di fare il suo dovere, colpevole di essere intervenuto perché una donna era stata derubata, colpisce. Il sacrificio di Mario Rega Cerciello ricorda a tutti che ogni giorno, migliaia e migliaia di uomini e donne mettono a rischio la loro vita per garantirci sicurezza e qualità della vita. La crudeltà di quanto accaduto, la sproporzione dell'atto violento, non può lasciare indifferenti e deve farci riflettere".